La Liguria come brand deve promuovere le eccellenze del territorio, a partire da quelle enogastronomiche, e tutelare le nostre unicità. Significa mettere in atto politiche che promuovano il consumo dei prodotti locali e l’export, tenendo presenti gli aspetti di complementarietà che esistono con il turismo.

C’è l’idea di creare un’Agenzia per l’internazionalizzazione a livello regionale che accorpi le varie entità territoriali. Si può puntare sul turismo enogastronomico, come su quello sportivo e naturalistico, o quello verde. Le potenzialità sono infinite: occorre organizzarle.

La nuova amministrazione ligure avrà l’obbligo di superare la frammentazione dei sistemi turistici locali per dar vita a una regia unica di promozione turistica a livello regionale che sostenga nei mercati internazionali il nostro prodotto turistico e che coordini le risorse territoriali del nostro patrimonio locale, insieme ai tanti eventi e alle tante manifestazioni.

Lascia un commento.