Luigi De VincenziClasse 1955. Diploma di geometra. Funzionario tecnico comunale dal 1975, consigliere comunale dal 2001 al 2003. Sindaco di Pietra Ligure dal 2004 al 2014. Consigliere regionale in carica dal 2015.
Ho accettato la candidatura perché, quando il partito chiama in un momento difficile come questo per la vita nazionale, non ci si può tirare indietro.

Sono ben consapevole che la sfida sia molto difficile, perché giocata in un territorio dove storicamente è forte il centrodestra. Penso che il valore delle persone e la necessità di mettersi al servizio della comunità siano più forti e prioritari rispetto a meri calcoli di “opportunismo” politico.

Metterò in campo l’esperienza acquisita in questi anni in Consiglio Regionale, dove ho portato avanti temi fondamentali per il ponente ligure: la sanità, l’agricoltura, il turismo (battaglia per i balneari), le infrastrutture (3 ATO), le piccole imprese, e quella decennale da Sindaco, che mi ha insegnato che la politica migliore è quella della concretezza, che tanto è mancata alle istituzioni romane e che è fondamentale per far tornare a crescere il nostro ponente e tutto il Paese.

Grinta, determinazione e concretezza. Con questi valori affronto la sfida delle elezioni al Senato della Repubblica, con programmi realizzabili, che sintetizzano le necessità di un vasto territorio (da Arenzano a Ventimiglia) che vuole essere ben rappresentato a Roma.
Sviluppo turistico, infrastrutture, buona sanità, supporto all’agricoltura, sburocratizzazione, sostegno all’impresa: l’agenda è ricca di obiettivi ben delineati e raggiungibili.
Mi accompagna l’entusiasmo di tante persone che credono nella buona amministrazione.

Mi rivolgo non solo agli elettori del PD, ma ai tantissimi elettori del centrodestra o incerti o che meditano l’astensione. Chi mi ha già conosciuto sa di poter trovare in me un interlocutore attento e lontano dalla politica ideologica, uno che ha sempre messo davanti a tutto l’interesse e il bene del territorio. Un interlocutore concreto.